Torna alla Home
Europa, Viaggi

The Braveheart Tour 2014

Il nostro primo viaggio in moto alla scoperta dell’isola anglosassone

Dopo due anni di Stati Uniti era arrivato il momento di occuparci della cara vecchia Europa. Progettato da molto tempo, il viaggio alla scoperta dell’isola anglosassone si è rivelato ancora più affascinante di quanto immaginato.

Partendo da Milano, l’unica strada possibile per raggiungere il Regno Unito in breve tempo è attraversare l’Europa centrale passando per Svizzera, Lussemburgo, Francia e prendere l’Eurotunnel a  Calais.
Abbiamo optato per una  teorica circumnavigazione dell’isola in senso antiorario, per raggiungere prima la Scozia, sperando in un tempo clemente, e lasciare Galles e Cornovaglia alla fine del viaggio. Purtroppo il tempo in Scozia si è rivelato più imprevedibile del solito!

L’itinerario del viaggio

Itinerario-Braveheart-2014

Da Milano a Calais

Sulla carta, il nostro itinerario si presenta subito molto impegnativo in termini di chilometri e tempi di spostamento, soprattutto per avvicinarci alla reale meta del viaggio nel minor tempo possibile. Grazie però alla comodità della nostra Harley Davidson, riusciamo ad ottimizzare il secondo giorno di viaggio visitando anche Bruges in Belgio per poi, in soli 40 minuti circa, attraverso l’Eurotunnel,  essere già in Inghilterra e la sera stessa a Londra. Non male!

Londra

Londra. Sempre bellissima, sempre modernissima e ricca di storia ad ogni angolo. In perenne movimento, ancora più ricca del solito per un’esagerata presenza di arabi.
Forse un po’ più sporca rispetto all’ultima nostra visita di qualche anno fa, ma una città che meriterebbe veramente di essere visitata almeno una volta ogni 2 anni.
Propone sempre qualcosa di nuovo e riesce sempre a stupire, soprattutto sotto un caldissimo sole!

Da Londra a York

Cominciamo la nostra cavalcata puntando verso nord e attraversiamo il cuore dell’Inghilterra passando per uno dei luoghi più famosi e folcloristici: la foresta di Sherwood, casa del mitico Robin Hood.
La nostra tappa si conclude a York, probabilmente la più bella cittadina inglese visitata in questo tour, scorazzando per la campagna inglese, resa ancora più rilassante grazie ad una bellissima giornata di sole.

Verso la Scozia

Percorrendo la strada lungo la costa orientale del Regno Unito, ci avviciniamo al confine con la Scozia.
Il paesaggio lentamente cambia, si fa più aspro e con esso il cielo, meno sereno e screziato a nuvoloni poco rassicuranti.
Il tutto non fa altro che accentuare l’atmosfera nordica medioevale dei luoghi che ci aspettano.
La Scozia è dietro l’angolo, o meglio, dietro la nuvola nera all’orizzonte!

Edimburgo

Arriviamo ad Edimburgo sotto l’acqua, com’era prevedibile.
La città, nonostante il clima, si rivela estremamente viva e attiva. Le cose da vedere sono molte e il primo giorno,  piovoso, decidiamo di muoverci con i loro bus a 2 piani per avere una visione d’insieme. Il secondo, approfittando di una buona giornata di sole, riprendiamo la moto e la giriamo in lungo e in largo.
Una bellissima città, sotto molti punti di vista e inaspettatamente giovane!

Verso le Highland

Terminato il nostro soggiorno a Edimburgo, lasciamo la città sotto un sole caldo e cominciamo ad inoltrarci nella natura scozzese, puntando verso Inverness.
Attraverso il Cairngorms National Park e in parte sulla costa, cominciamo a vedere il paesaggio scozzese cambiare in quello che sarà la tipica morfologia delle Highland: castelli a picco sul mare e sui laghi, intervallati da fitti boschi immersi in vallate che sorgono improvvise.

Le Highland

Nonostante lungo tutta questa tappa il tempo sia stato estremamente avverso, le Highland sono state senza dubbio l’obiettivo principale di questo tour.
Estreme, primitive, uniche nella loro durezza, sotto un cielo plumbeo hanno ancora di più marcato la loro natura inconfondibilmente desolata.
Luoghi incantati come il lago di Lochness, il castello Eilean Donan e l’isola di Skye hanno dato senso alla fatica di guidare per ore sotto un’acqua incessante.

Il territorio dell’Argyll, le distillerie, la costa Ovest e Vindolandia

Quasi come usciti da un incantesimo, lasciata la parte più a nord delle Highland, iniziamo il viaggio di ritorno verso il confine ovest con l’Inghilterra sotto un cielo azzurro ed un sole caldo.
Non possono ovviamente mancare le visite alle distillerie scozzesi e allo storico Vallo di Adriano, ultima testimonianza dell’Impero Romano in questa parte d’Europa: un luogo estremamente affascinate, purtroppo rovinato da una giornata climaticamente orribile.

Il Galles

Entriamo in Galles da nord e, complice il tempo tiranno che non ci permette di visitarlo come meriterebbe, il nostro soggiorno nella terra del drago alato dura abbastanza poco.
Giusto il tempo di visitare la cittadina con il terzo nome più lungo al mondo, il paesaggio molto simile a quello inglese e inevitabilmente anche un po’ di acqua del luogo!

 

La Cornovaglia, Land’s End e Stonehenge

Ultima tappa del notro viaggio, la Cornovaglia ci accoglie sotto un tiepido sole che ci permette di godere il rilassante paesaggio lungo la costa nord della regione.
Con Land’s End raggiungiamo il punto più a ovest della penisola anglosassone per poi ripiegare verso l’Eurotunnel, percorrendo la costa sud.
Non prima però di visitare il leggendario sito di Stonehenge, sotto un cielo plumbeo squarciato da raggi di sole che ha reso la visita ancora più affascinante e magica.

Gate66Milano-The-Braveheart-Tour-2014

Il nostro libro fotografico del viaggio

Il libro completo del nostro viaggio, con tutte le foto e la storia di questa incredibile avventura.
Clicca sull’immagine di copertina qui di fianco per sfogliarlo direttamente online.
Il libro è anche acquistabile presso il sito web di Blurb.

Di lucalindemann, 20 settembre 2014
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie
Seguici su Instagram

@gate66milano