Torna alla Home
USA, Viaggi

The Open Range & 110th HD Anniversary Tour

Un “Back to Back” negli Usa inaspettato

Il primo viaggio in moto negli Usa l’ho sognato per una vita, ma mai e poi mai avrei pensato di ripeterlo l’anno dopo. Se il primo rimarrà sempre nel nostro cuore per essere stato un desiderio esaudito, questo ci rimarrà perché abbiamo definitivamente consacrato il nostro amore per lo stato dello Utah.
Distanze. La parola giusta per definire questa folle ma memorabile cavalcata attraverso l’America, potrebbe essere “distanze”.
Un viaggio pensato per essere vissuto solo in una “piccola” parte degli Stati Uniti, si è invece poi trasformato in un lungo e a tratti interminabile percorso su strade tracciate nel nulla.
Per arrivare là dove batte forte il cuore e i sensi si perdono nella meraviglia del suo paesaggio infuocato. Il grande West.
Perché se vuoi vivere la vera America, devi andare a Ovest.

L’itinerario del viaggio

Itinerario-Usa-2013

Chicago

In molti ci avevano raccontato che Chicago è una città stupenda. Non pensavamo fosse così stupenda. Una città che architettonicamente sembra un catalogo di ciò che di meglio può offrire la tecnica costruttiva americana.Estremamente differenziata, pulita e ordinata nonostante la sua grandezza(terza solo dopo New York e Los Angeles), Chicago è un faro di bellezza che domina il lago Michigan.
Dall’alto della Sears Tower è possibile ammirare un paesaggio a 360°che nelle giornate migliori ti permette di osservare distanze impensabili.
Una città che ci è rimasta nel cuore, e negli occhi.

Ascoltando: “Saturday In The Park”, Chicago – 1973

La Route 66: destinazione Springfield

La “Strada Madre” ha sempre esercitato un fascino particolare e, come l’anno scorso nel nostro precedente viaggio negli USA, anche quest’anno abbiamo percorso in sua compagnia parte della nostra avventura.
 Questa volta l’abbiamo percorsa dall’inizio, da Chicago, quasi come a voler concludere un capitolo aperto iniziato l’anno prima, dalla fine.

Ascoltando: “I’ve Got A Name”, Jim Croce – 1972

Verso Ovest: da Springfield a Kansas City e Denver

C’è qualcosa di inquietante e magico nello stesso tempo, nello spazio infinito che ti guida verso Ovest. Si ha la sensazione di guidare verso un punto di arrivo che sfugge in continuazione alla vista.
Miglia di interminabile nulla che invece è sostanza dell’America più genuina e contradditoria. Lontano dalle luci della gloria, dalla vita vissuta “sulla corsia di sorpasso”.

Ascoltando: “Cross The Heartland”, Pat Metheny Group – 1979

Moab, Utah: l’Arches N.P., il Dead Horse Canyon e le Canyonlands

Questo viaggio era partito per rimanere nella zona di Chicago e concludersi con i festeggiamenti dei 110 anni della Harley-Davidson. L’amore per questo stato, scoperto l’anno precedente nel nostro primo tour in moto sul suolo americano, ci ha dato la forza per percorrere tutte le miglia che lo separano dal nostro punto di partenza.
Moab è nel cuore dello Utah, in quella parte chiamata Canyonlands, dove si concentra senza ombra di dubbio la meraviglia di questo stato.
Lungo il Colorado River, arrivando da Denver, ci siamo lasciati accompagnare con il suo lento e costante passo, scoprendo paesaggi d’incanto da commozione.
Sospesa in un silenzio millenario, la grandezza incontaminata della natura racconta storie infinite.

Ascoltando: “Bitter Creek”, The Eagles – 1973

Il parco dello Yellowstone ed il Grand Teton

Il Parco dello Yellowstone potrebbe tranquillamente essere considerato un ricco campionario di colori della natura.
L’attività dei geiser, nonostante la loro indubbia spettacolarità, passa quasi in secondo piano rispetto all’incredibile varietà di colori che in una giornata di sole si possono ammirare nelle piscine di acqua sulfurea. I colori sono talmente saturi e vivaci che sembrano quasi generati da fasci luminosi o dallo schermo di un computer.

Ascoltando: “White Sun”, Doobie Brothers – 1972

Il Monte Rushmore, Little Big Horn, le Black Hills, Sturgis e il Crazy Horse

Forse uno dei simboli più classici degli “States”, il monte Rushmore rappresenta l’orgoglio e lo spirito a stelle e strisce dall’alto della sua imponente semplicità. Le quattro facce dei presidenti, con la loro granitica fierezza, puntano lontano lo sguardo in diverse direzioni, quasi a voler ancora indicare un futuro a questa immensa nazione.
Sotto il loro sguardo vigile, le bandiere dei 50 stati accolgono ordinate, con le loro storie di guerre e ribellioni da raccontare, turisti e figli insieme, come in un metaforico cammino di redenzione per raggiungere l’unità.

Ascoltando: “Fortunate Son”, Creedence Clearwater Revival – 1969

Le Badlands ed il lungo ritorno verso Est

Le Badlands, come le chiamarono gli indiani Lakota, sono davvero delle terre desolate; un alternarsi di praterie sconfinate che ricordano la vecchia epopea del Far West, e formazioni rocciose che, grazie all’erosione, hanno formato gole suggestive.
Le colorazioni variano in base alla luce e al momento della giornata, dando vita in certi punti a veri e propri paesaggi lunari.

Ascoltando: “Coyote”, Joni Mitchell – 1976

Milwaukee: la città, la Factory, il museo e il 110° Anniversario della Harley-Davidson

Probabilmente Milwaukee non sarebbe così conosciuta nel mondo se non avesse dato i natali e ospitasse la più famosa, vecchia e leggendaria fabbrica di moto: la Harley Davidson Motor Company.
Ad arricchire questa fama, possiamo anche aggiungere l’ambientazione di un telefilm che negli anni ’80 ha cresciuto milioni di adolescenti e fatto di un suo protagonista un mito assoluto: Happy Days e Fonzie.

Ascoltando: “Born To Be Wild”, Steppenwolf – 1968

Gate66Milano-The-Open-Range-And-110th-A-Tour-2013

Il nostro libro fotografico del viaggio

Il libro completo del nostro viaggio, con tutte le foto e la storia di questa incredibile avventura.
Clicca sull’immagine di copertina qui di fianco per sfogliarlo direttamente online.
Il libro è anche acquistabile presso il sito web di Blurb.

Di lucalindemann, 20 settembre 2013
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie
Seguici su Instagram

@gate66milano